Cerca

Soci e partner

Provincia di Ravenna

Comune di Ravenna

Fondazione del Monte

Cassa di Risparmio di Ravenna

Istituto per i Beni Culturali Emilia-Romagna

Notiziario

Lunedì 16 dicembre 2019

Alla Biblioteca Oriani un libro di Eloisa Betti sulla storia del precariato in Italia

 

Sala Spadolini, Biblioteca Oriani

Via Corrado Ricci 26 Ravenna

 

16 dicembre 2019, ore 17.00

 

 

Prosegue presso la Biblioteca di Storia Contemporanea “A. Oriani” la rassegna InContemporanea. La storia si fa in biblioteca, ciclo di presentazioni di volumi riguardanti temi, momenti, simboli e figure chiave della storia contemporanea 

Lunedì 16 dicembre, ore 17.00, si presenta il volume di Eloisa Betti Precari e precarie. Una storia dell’Italia repubblicana (Carocci 2019). Il libro della prof.ssa Betti, docente di Storia del lavoro presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell’Università di Bologna, ricostruisce per la prima volta la storia della precarietà del lavoro nell’Italia repubblicana. Dibattiti e azioni politico-legislative sono esaminati parallelamente all’evolversi della percezione e delle lotte di precari e precarie che, dalla posizione di marginalità degli anni Cinquanta, sono oggi al centro di una rinnovata riflessione e mobilitazione sul lavoro. Grazie alla prospettiva storica e di genere, il libro sfata il mito del lavoro precario come problema contemporaneo, fornendo gli strumenti per comprendere i processi di precarizzazione degli ultimi sessant'anni, vecchie e nuove forme di precarietà, il ruolo degli attori sociali. L’autrice ripercorre le principali fasi della storia della precarietà: la sua scoperta negli anni del boom economico, la costruzione del lavoro stabile tra Parlamento e legislazione negli anni Sessanta, l’affermarsi della stabilità e la diffusione di rinnovate forme di lavoro precario negli anni Settanta, l’emergere del paradigma della flessibilità negli anni Ottanta, la nuova ondata di precarietà tra anni Novanta e Duemila, la sua normalizzazione negli anni della crisi globale. L’autrice ne discuterà con Alberto Malfitano (Università di Bologna-Dipartimento di Beni Culturali Ravenna) e Omar Salani Favaro (Società Italiana di Storia del lavoro).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



[ Indietro ]