Cerca

Soci e partner

Provincia di Ravenna

Comune di Ravenna

Fondazione del Monte

Cassa di Risparmio di Ravenna

Camera di Commercio di Ravenna

Istituto per i Beni Culturali Emilia-Romagna

Notiziario

Sabato 10 ottobre 2015

Passato e futuro di una biblioteca. Il recupero della “Mussolini”, tra memoria e nuove forme di fruizione

Sabato 17 ottobre 2015, ore 10-12

Sala Spadolini Biblioteca Oriani

Iniziativa pubblica di presentazione del fondo

“Biblioteca Mussolini”

 

Sabato 17 ottobre, ore 10-12, presso la Sala Spadolini della Biblioteca Oriani, verrà illustrata pubblicamente lʼimportante operazione di recupero e riqualificazione del fondo “Biblioteca Mussolini”, costituente il nucleo storico originario della Biblioteca di Storia Contemporanea, con gli interventi del direttore e dei bibliotecari dellʼOriani e la partecipazione dello storico Massimo Baioni dellʼUniversità degli Studi di Siena. Nellʼoccasione sarà allestita una piccola esposizione di alcuni dei materiali più significativi della “Biblioteca Mussolini” e sarà distribuita una dispensa contenente lʼelenco, aggiornato al 30 settembre 2015, di tutti i periodici posseduti, con lʼindicazione degli estremi cronologici e delle consistenze.

Unica nel suo genere in Italia, la “Biblioteca Mussolini” (primo nome della Oriani) aveva il compito istituzionale di raccogliere e conservare tutto ciò che in ogni parte del mondo veniva prodotto da, sul ma anche contro il fascismo. Nel corso degli anni si venne quindi a creare una eccezionale raccolta documentaria (oltre 20.000 monografie, oltre 8.000 opuscoli, 240 periodici), rappresentativa di tutti gli aspetti del ventennio fascista e più in generale della società italiana dellʼepoca, alla quale hanno attinto per le loro ricerche i maggiori studiosi italiani e internazionali.

Per molto tempo, a causa soprattutto di problemi di spazio, una parte consistente di questi fondi è rimasta esclusa dalla consultazione, confinata in depositi non adatti. Oggi, dopo un lungo e attento lavoro di riordino e ricollocazione, i preziosi materiali sono di nuovo completamente fruibili. Un patrimonio culturale finalmente tornato a disposizione della città di Ravenna e dellʼintera comunità scientifica, da valorizzare ulteriormente anche attraverso opportuni progetti di digitalizzazione e condivisione on line che saranno illustrati nel corso dellʼiniziativa.

 

Scarica cartolina evento

Scarica elenco periodici del periodo fascista posseduti dalla Biblioteca Oriani



[ Indietro ]