Cerca

Soci e partner

Provincia di Ravenna

Comune di Ravenna

Fondazione del Monte

Cassa di Risparmio di Ravenna

Istituto per i Beni Culturali Emilia-Romagna

Notiziario


L’elenco dei candidati ammessi al colloquio di approfondimento

Verbale selezione domande

Pagina StampabileVersione PDFInvia ad un Amico


Composizione della commissione di valutazione

La commissione preposta alla valutazione e alla selezione delle candidature relativamente all’avviso di selezione per l’assunzione, con contratto di lavoro subordinato part-time a tempo indeterminato, di un “bibliotecario” risulta composta dai seguenti nominativi:

-dott. Alessandro Luparini (Direttore Biblioteca “Oriani” e Responsabile procedimento)

-prof. Sandro Rogari (Università di Firenze)

-prof.ssa Lucia Sardo (Alta specializzazione – Biblioteca “Saffi” Forlì)

 

Determina nomina commissione

 

 

 

Pagina StampabileVersione PDFInvia ad un Amico


Riscrivere la Storia: incontri tra letteratura e storia

scarica la cartolina

Pagina StampabileVersione PDFInvia ad un Amico


Avviso di selezione per contratto di lavoro subordinato part time a tempo indeterminato per un posto di bibliotecario

Premessa
 
La Fondazione Casa di Oriani costituisce la trasformazione giuridica e la continuazione ideale
dell'Ente “Casa di Oriani” istituito con Regio Decreto-legge 14 aprile 1927, n. 721 per ricordare la
figura di Alfredo Oriani, gestire la casa museo dello scrittore “Il Cardello” a Casola Valsenio
(monumento nazionale dal 1924; il relativo parco è stato dichiarato zona di notevole interesse
pubblico dal Ministero per i Beni Culturali nel 1975) e promuovere una biblioteca di storia
contemporanea. La trasformazione dell’Ente in Fondazione è stata attuata nel 2003 ai sensi e per gli
effetti del D.lgs. 29 ottobre 1999, n. 419.
 
Ne sono soci fondatori il Comune di Ravenna, la Provincia di Ravenna, la Fondazione della Cassa
di Risparmio di Ravenna, la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna (quest’ultima fino al
2011).
 
La biblioteca Alfredo Oriani è un istituto specializzato in storia contemporanea e studi politici,
economici e sociali, con particolare attenzione al fascismo e all’antifascismo, alla storia dei partiti
politici, del movimento sindacale e del movimento operaio, alla storia del pensiero politico e
sociale, alla storia economica. Il suo attuale patrimonio consta di circa 170.000 volumi catalogati.
Tale patrimonio è arricchito da 1200 periodici, di cui circa 400 correnti, con particolare attenzione
alle riviste storiche, politiche ed economiche. I periodici sono consultabili presso la vicina
emeroteca Classense-Oriani di Casa Farini. La biblioteca è parte sin dalle origini del Servizio
bibliotecario nazionale attraverso il Polo SBN di Ravenna, oggi Rete bibliotecaria di Romagna e
San Marino e svolge servizi di catalogazione, prestito, consultazione, document delivery e
informazione bibliografica con il seguente orario:
 
Lunedì, 8.30-13.30
Martedì, 8.30-13.30; 15.00-18.30
Mercoledì 8.30-13.30
Giovedì, 8.30-13.30; 15.00-18.30
Venerdì, 8.30-13.30
 
La Fondazione, con la sua biblioteca, sui settori di propria competenza, promuove convegni,
seminari, ricerche storiche, mostre, iniziative di promozione alla lettura. Promuove e coordina la
collana di storia “Contemporanea” (oltre 20 titoli, editore Longo Ravenna), l’annale di studi
romagnoli «I Quaderni del Cardello» e la rivista nazionale di storia contemporanea «Memoria e
Ricerca» presso l’editore il Mulino di Bologna, collocata in fascia A dall’ANVUR-Agenzia
Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca.
 
 
Richiesta candidature
 
La Fondazione ricerca candidature di comprovata qualifica per attivare un rapporto di lavoro
subordinato a tempo indeterminato part time di 35 ore settimanali con il profilo professionale di
“bibliotecario”.
Si richiede una figura professionale specializzata, che sia in grado di catalogare secondo le regole
SBN il patrimonio della biblioteca e di gestire l’emeroteca. Sono richieste, inoltre, buone capacità
relazionali e organizzative e conoscenza della lingua inglese.
 
Le attività che dovranno essere svolte dalla professionalità selezionata consistono in linea generale
in:
 catalogazione in SBN (software Sebina Next) dei volumi acquisiti;
 gestione in SBN dei periodici e dei relativi spogli
 gestione degli abbonamenti dei periodici
 organizzazione del servizio di emeroteca
 
La sede di lavoro è Ravenna, via Corrado Ricci 26.
 
 
Durata e trattamento retributivo
 
Contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, part time di 35 ore settimanali.
 
La costituzione del rapporto di lavoro prevede l’attribuzione del profilo professionale di
“bibliotecario” con inquadramento alla III fascia III livello (nuovo livello D1) del CCNL
Federculture.
 
 
Requisiti di ammissione alla selezione
 
I requisiti di ammissione alla selezione sono i seguenti:
 
1. cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla
Repubblica) ovvero cittadinanza di uno stato membro dell’U.E., purché in possesso dei
diritti civili e politici nello Stato di appartenenza, con adeguata conoscenza della lingua
italiana;
2. non aver riportato condanne penali né avere procedimenti penali in corso (in caso contrario
indicare quali), non essere stato dichiarato/a interdetto/a né trovarsi in alcuna condizione di
incompatibilità;
3. non essere stato/a escluso/a dall’elettorato attivo;
4. idoneità fisica all’espletamento delle mansioni. L’accertamento dell’idoneità fisica sarà
effettuato, a cura della Fondazione, prima dell’immissione in servizio;
5. esperienza lavorativa documentata, almeno quinquennale, nell’ambito della catalogazione e
gestione del catalogo secondo le procedure in uso nel Servizio Bibliotecario Nazionale;
6. ottima conoscenza dell’applicativo Sebina Next;
7. conoscenza della lingua inglese;
8. titolo di studio: laurea specialistica, o laurea magistrale, o diplomi di laurea, rilasciati ai
sensi della legge n.341 del 1990, in biblioteconomia, oppure laurea specialistica, o laurea
magistrale, o diplomi di laurea in discipline umanistiche rilasciati ai sensi della legge n. 341
del 1990, unitamente a un diploma di specializzazione in beni archivistici e librari ai sensi
del DM 31 gennaio 2006 (MIUR) o a un master universitario di II livello di durata almeno
annuale in materie biblioteconomiche.
 
I requisiti devono essere posseduti alla scadenza del presente avviso.
 
 
Domanda
 
I soggetti interessati dovranno far pervenire alla Fondazione Casa di Oriani, la seguente
documentazione:
a) La domanda di ammissione alla selezione, in carta semplice, redatta sul “Modello di
domanda” – allegato A) al presente avviso e sottoscritta, comprensiva della dichiarazione ,
rilasciata ai sensi del DPR. 28.12.2000 n.445, riportante le seguenti indicazioni:
1. Cognome e nome luogo di nascita e numero codice fiscale;
2. Indirizzo di residenza o domicilio, qualora fosse diverso dalla residenza;
3. L’indirizzo mail al quale devono essere inviate eventuali comunicazioni e recapito
telefonico;
4. La cittadinanza posseduta;
5. Di non essere escluso dall’elettorato attivo;
6. Di possedere i requisiti richiesti;
7. Di autorizzare il trattamento e la diffusione anche in internet dei dati personali ai sensi
del D.lgs. 196/03.
b) Il curriculum formativo-professionale da cui risultino il titolo di studio, l’esperienza
lavorativa e la specifica competenza professionale richiesta per la selezione di cui trattasi;
c) Fotocopia firmata di un documento di identità in corso di validità.
 
 
Presentazione della domanda
 
La domanda deve pervenire entro e non oltre le ore 12.30 del giorno 9 aprile 2019 al seguente
indirizzo: Fondazione Casa di Oriani via Corrado Ricci n.26 48121 Ravenna.
 
Per la consegna della domanda sono ammesse le seguenti forme:
 Consegna diretta o tramite terzi al suddetto indirizzo negli orari di apertura al pubblico;
 Trasmissione tramite posta raccomandata A/R o agenzie di recapito autorizzate nei termini e
all’indirizzo più sopra specificati;
 Consegna con modalità telematica e precisamente all’indirizzo di posta elettronica
certificata istituzionale amministrazione@pec.fondazionecasadioriani.it da un indirizzo di
posta certificata o tradizionale. L’oggetto del messaggio deve riportare “Domanda di
partecipazione alla selezione per un posto di bibliotecario presso la Fondazione Casa di
Oriani”.
 
I plichi contenenti la domanda e la documentazione devono recare all’esterno, oltre
all’intestazione del mittente e all’indirizzo dello stesso, la dicitura “ Domanda di partecipazione
alla selezione per un posto di bibliotecario presso la Fondazione Casa di Oriani”.
La Fondazione Casa di Oriani non assume alcuna responsabilità per la dispersione di
comunicazione dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato, né
eventuali disguidi postali o, comunque, imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza
maggiore.
Non saranno considerate valide:
1. Le domande pervenute oltre il termine suddetto, indipendentemente dalla data di
spedizione;
2. Le domande di candidati non in possesso di titolo di studio richiesto e dei requisiti di cui
al precedente punto.
 
 
Modalità della selezione
 
Alla valutazione dei curricula e alla selezione delle candidature sarà preposta un’apposita
commissione la cui composizione sarà resa nota, sul sito web della Fondazione Casa di Oriani,
subito dopo la scadenza del termine utile per la presentazione della candidature.
 
La selezione è articolata in una fase di valutazione dei titoli e in un colloquio di approfondimento.
 
La valutazione dei titoli terrà conto dei seguenti elementi:
 comprovata esperienza lavorativa presso biblioteche, istituti culturali, centri di
coordinamento di reti/sistemi con funzioni di catalogazione e/o gestione del catalogo
 esperienze formative specifiche coerenti con il profilo richiesto
 esperienze di formatore in ambiti riguardanti la catalogazione e le procedure SBN
 altri titoli, non compresi nelle categorie precedenti, coerenti con il profilo richiesto, ivi
comprese le eventuali pubblicazioni scientifiche, utili a comprovare la qualificazione
professionale
 
Al colloquio di approfondimento saranno ammessi fino a un massimo di tre candidati in possesso
dei migliori curricula.
 
Sul sito della Fondazione Casa di Oriani sarà pubblicato l’elenco dei candidati ammessi al colloquio
di approfondimento.
 
I candidati ammessi al colloquio saranno avvisati via mail alla casella di posta elettronica indicata
nella domanda di candidatura entro dieci giorni dal termine della selezione. Nella suddetta
comunicazione saranno specificati sede e orario in cui avrà luogo il colloquio di approfondimento.
 
Per sostenere il colloquio, i/le candidati/e dovranno presentare valido documento di riconoscimento.
Il colloquio di approfondimento si fonderà sui seguenti elementi:
 valutazione puntuale dei requisiti riportati nei curriculum;
 valutazione delle attitudini della motivazione a ricoprire il posto di cui trattasi, con particolare
riferimento alle competenze relazionali sia in termini di capacità di comunicazione che di interazione
del candidato con interlocutori interni /esterni e con gli utenti.
 Verifica della conoscenza della lingua inglese
 
La mancata presentazione al colloquio equivale a rinuncia alla selezione anche se la stessa dipende da causa di forza maggiore, pertanto si provvederà alla cancellazione del relativo nominativo dagli elenchi relativi alle istanze di selezione.
L’esito finale della procedura di selezione sarà pubblicato sul sito web della Fondazione Casa di Oriani.
La pubblicazione della presente selezione e la ricezione delle candidature non comportano alcun obbligo o
impegno per la Fondazione Casa di Oriani nei confronti degli interessati e, per questi ultimi, alcun diritto o
pretesa nei confronti della Fondazione medesima a qualsiasi titolo.
 
 
Trattamento dati personali
 
Il trattamento dei dati forniti è finalizzato all’espletamento delle funzioni istituzionali da parte della Fondazione Casa di Oriani, mentre per le procedure che qui interessano non saranno trattati dati “sensibili”.
I dati forniti, nel rispetto dei principi della trasparenza e del buon andamento, sono utilizzati osservando le
modalità e le procedure strettamente necessarie per condurre l’istruttoria finalizzata all’individuazione del
soggetto più idoneo a ricoprire il posto di “bibliotecario” presso la Fondazione Casa di Oriani.
Si informa che il titolare del trattamento dei dati è la Fondazione Casa di Oriani nella persona del direttore.
 
 
Informazioni utili
 
Il direttore della Fondazione Casa di Oriani si riserva la facoltà di sollecitare nuove candidature qualora
risulti infruttuosa o insufficiente la presente procedura di avviso.
Il presente è consultabile in internet sul sito.
www.fondazionecasadioriani.it
 
 
Scarica il modello di domanda

Pagina StampabileVersione PDFInvia ad un Amico


Europe. Percorso sull'Europa in Romagna. 21, 28 marzo e 4 aprile.

 

Scarica la cartolina

Pagina StampabileVersione PDFInvia ad un Amico


La voce ritrovata di Aldo Spallicci - Documento sonoro inedito donato alla Fondazione Casa di Oriani

L'Associazione Alteo Dolcini e l'Archivio Aldo Spallicci hanno donato ad Alessandro Luparini, direttore della Fondazione Casa di Oriani, un compact disc contenente il discorso commemorativo tenuto da Aldo Spallicci in memoria di Alfredo Oriani a Casola Valsenio l'11 ottobre 1959.
Si tratta di un documento sonoro inedito ed è l'unico documento esistente dal quale si può ascoltare la voce di Aldo Spallicci.
Un secondo documento (disco a 78 giri del 1949) è in fase di riversamento presso la Fonoteca svizzera nazionale di Lugano.
Nelle foto allegate l'incontro di oggi: Andrea Dolcini (Associazione Alteo Dolcini), Alessandro Luparini (Fondazione Casa di Oriani), Giulia Carini (nipote di Aldo Spallicci) e un'immagine ritratto di Aldo Spallicci.

 

comunicato stampa

Aldo Spallicci commemora Alfredo Oriani nel cinquantenario della morte

Pagina StampabileVersione PDFInvia ad un Amico


"MARIO TAMPIERI - 1929 – 2019 - 90° della nascita"

Convegno promosso da Circolo Cooperatori, Federazione delle Cooperative e Fondazione Casa Oriani - Ravenna e il Patrocinio del Comune di Ravenna - Assessorato alla Cultura

 

Programma Lavori:

Introduce i lavori e presiede
Giancarlo Ciani - Presidente Circolo Cooperatori – Associazione culturale

Andate e ritorni. Storia di una “bildung”
Elda Guerra - Storica e responsabile scientifica dell’Archivio di Storia delle donne del Centro di documentazione, ricerca e iniziativa delle donne di Bologna. 

La cooperazione ravennate nel tempo di Mario Tampieri
Alessandro Luparini - Direttore Fondazione Casa di Oriani

“Scatti di memoria”. Fotografia e storia nella cooperazione ravennate
Luigi Tomassini - Dipartimento di Beni Culturali dell'Università di Bologna, Campus di Ravenna

Mario Tampieri dirigente cooperativo
Lorenzo Cottignoli - Presidente Federazione delle Cooperative della Provincia di Ravenna

 

scarica la locandina

 

Pagina StampabileVersione PDFInvia ad un Amico


Dopo la Grande Guerra. Il 1919 in Romagna

Nel centenario del 1919, il convegno si propone di offrire una panoramica interdisciplinare dei diversi aspetti della transizione dalla guerra alla pace, e più in generale del primo dopoguerra, in Romagna. Un caso di studio certamente emblematico, innanzitutto per le molte peculiarità caratterizzanti la geografia politica romagnola, a partire dall’atavica contrapposizione tra i due grandi partiti “popolari”, il socialista e il repubblicano, che, radicalizzatasi nello scontro neutralismo-interventismo, avrebbe contrassegnato anche la difficile e turbolenta stagione del dopoguerra. Oltre a quelli più strettamente politici, le relazioni affronteranno una vasta gamma di temi: dal sistema economico e cooperativistico alla situazione sanitaria, dal ruolo della Chiesa al mondo femminile, dalla memoria e dal “culto” della vittoria al combattentismo, fino al racconto della guerra nelle lettere e nei diari privati dei reduci.
 
 
 
scarica la cartolina

Pagina StampabileVersione PDFInvia ad un Amico


#giornodelricordo2019

 

scarica la brochure

Giorno del ricordo

#giornodelricordo

Pagina StampabileVersione PDFInvia ad un Amico